Consigli di viaggio

Trova l'ispirazione

Trova le attività, le attrazioni e i divertimenti della Valle dell'Isonzo o scegli tra i nostri consigli di viaggio

Organizza la tua visita
Seleziona una data
Seleziona una data
PRENOTA
Scegli la tua esperienza

F009119-kulinarika_ana_ros_photo_dean_dubokovic_kobarid_01-photo-m__kulinarika__urejeno.jpgSpecialità culinarie della chef Ana Roš, ©Dean Dubokovič - arhiv STO

1. ANA ROŠ E HIŠA FRANKO, L'ESPERIENZA DEI CAPOLAVORI DELLA CHEF CULINARIA DI FAMA MONDIALE

Vorreste concedervi un'esperienza culinaria di livello più alto? La Valle dell'Isonzo è inserita sulla mappa culinaria mondiale con l'eccezionale Ana Roš, la chef che ha ricevuto il titolo della miglior chef del mondo dall'accademia The World’s 50 Best Restaurants.

Ana Roš prepara le sue creazioni culinarie presso Hiša Franko, uno dei 50 migliori ristoranti del mondo , che suscita curiosità e voglia di assaggiare piatti fuoriclasse nei buongustai di tutto il mondo. Le sue creazioni culinarie uniche sono preparate con semplici ingredienti stagionali e locali e poi conditi con tradizione e passione. I piatti spesso profumano di agnello, capra, selvaggina, trota isontina, formaggi locali, erbe selvatiche e verdure dall’orto di casa.

 

Bovs__ki-sir-_01_.jpgFormaggio di Bovec

2. FORMAGGIO DI BOVEC E FORMAGGIO DI TOLMIN, FORMAGGI DI ORIGINE GEOGRAFICA PREGIATI

La tradizione pastorale e casearia fa parte della scena culinaria della valle dell'Isonzo già da secoli, quindi non sorprende che i prodotti caseari sono una vera eccellenza della cucina locale. Tra i più annoverati vi sono i formaggi di origine geografica, Tolminc e formaggio di Bovec.

Il formaggio di Bovec è un formaggio intero a pasta dura, prodotto con latte di pecora della razza ovina autoctona, che a volte viene mescolato con fino al 20 % di latte vaccino o caprino. Ha un gusto intenso e leggermente piccante, che ben si sposa con un bicchiere di vino sloveno, mentre nel passato veniva utilizzato anche come mezzo di pagamento. Anche il formaggio duro intero di vacca Tolminc, citato in fonti scritte del XIII secolo, un tempo era usato dai proprietari terrieri per pagare le tasse.

La loro degustazione può essere fatta presso gli agriturismi e i ristoranti locali, mentre durante la stagione potete andare in bicicletta a visitare uno dei luoghi in montagna dove è ancora viva l’antica attività contadina (ad es. monte Mangart, monte Zaprikraj. Potete visitare anche il museo del formaggio Planika e la tenuta ecologica Bogata.

 

patate Čompe in skuta

3. PIATTI TRADIZIONALI

Nel menù tradizionale della Valle dell'Isonzo ci sono l'antipasto originale di Bovec ‘čompe an skuta’ e la frika, un piatto sloveno dei pastori e silvicoltori, che ha un posto speciale nei menù dei ristoranti a Tolmin. Čompe, patate lesse e non sbucciate, come le chiamano i locali, viene servito su un piatto con formaggio di pecora salato, tipico delle montagne isontine. Da questo semplice piatto prende il nome anche l'evento etnologico estivo la Notte delle čompe, dove viene servita una gigante pizza fatta di čompe. Se girovagate per la regione di Tolmin, provate la frika, che può differire leggermente nelle ricette, ma fondamentalmente è fatta con formaggio a pasta dura grattugiato, uova, carne secca e patate. In autunno, a Tolmin si svolge il Frika fest, un'ottima occasione per assaggiare le diverse creazioni di frika in un unico luogo.

 

Jestival-2017-2Lindens-137.jpgKobariški štruklji, ©2Lindens

4. BUŠKI KRAFI E KOBARIŠKI ŠTRUKLJI PER DOLCI PIACERI

Per concludere il pranzo tradizionale o semplicemente per la voglia di coccolarsi un po', non può mancare il dolce. La Tesoreria culinaria della Valle dell'Isonzo consiglia le deliziose ciambelle bovški krafi, sacchetti peccaminosamente buoni con pasta fatta in casa e ripieni di ‘bulja’ - pere tepke essiccate, noci e uvetta. Gli abitanti di Bovec le mangiavano alla Vigilia di Natale e durante le principali festività, mentre oggi potete gustarle nella maggior parte dei ristoranti di Bovec.

Un eccellente dolce locale sono kobariški štruklji (gli struccoli di Kobarid), che un tempo venivano gustati dalla gente del posto durante la falciatura estiva. Una caratteristica speciale dei štruklji è l'impronta del dito del cuoco al centro dello štrukelj. Oggi gli štruklji di Kobarid sono i protagonisti principali dei ristoranti locali, e i maestri culinari di Kobarid dedicano loro una vera e propria festa.

 

postrv_-Nea-Culpa.jpgTrota, ©Nea Culpa

5. ARTE CULINARIA CONTEMPORANEA E GORIŠKA BRDA

La Valle dell'Isonzo è diventata famosa nel mondo per l'arte culinaria di Ana Roš, ma i buongustai sono entusiasti anche di altri creatori della cucina moderna. Nei ristoranti Kotlar e Topli val sono orgogliosi delle loro specialità di pesce, consigliate oltre alle trote d'acqua dolce allevate localmente.

Con un'esperienza culinaria moderna unica e un tocco di creatività, sarete deliziati dal Ristorante Mangrt, dove sono particolarmente dedicati all’ammodernamento della cucina tradizionale e all'utilizzo di ingredienti stagionali dell'ambiente locale.

E i buoni vini? Non molto lontano si trovano Goriška Brda, dove nascono vini di alta qualità e fama internazionale, che i creatori culinari della Valle dell'Isonzo amano servire con i loro piatti.

 

Deliziosa frika di Tolmin su un vassoio di legnoFrika, ©Sandi Rutar

6. JESTIVAL, FESTIVAL DELLA FRIKA E NOTTE DELLE ČOMPE

Nell'abbondanza di festival, non mancano gli eventi culinari . D'estate potete partecipare alla Notte delle čompe, che prende il nome dalle patate cotte e non sbucciate, mentre d'autunno visitate il festival del cibo Jestival, l'intreccio di sapori autoctoni e di arte culinaria, dove in primo piano ci sono kobariški štruklji (gli struccoli di Kobarid). In un unico posto si presentano i ristoranti locali, gli agriturismi e le prelibatezze tradizionali. L'autunno profuma anche di frika, che si prepara per il Frika fest a Tolmin. Guardate la competizione nella preparazione della frika e godetevi il programma di intrattenimento con cui si conclude la stagione dei pascoli sui monti isontini.

Ci vediamo per assaggiare le specialità culinarie della Valle dell'Isonzo?

Resta con noi

Abbonati alla nostra Newsletter e leggi le notizie della Valle dell'Isonzo su eventi, offerte, consigli di viaggio, ...